Tag

, , , , ,

Domenica 30 marzo alle 17.00 in diretta dal Teatro Bolshoi di Mosca nell’ambito della stagione del Bolshoi al cinema, Nexodigital trasmetterà il balletto Marco Spada ovvero la Figlia del Bandito. Ecco l’elenco delle proiezioni nei cinema italiani >>

Marco Spada

Proseguono infatti gli appuntamenti che portano sul grande schermo in tutta Italia l’eccezionale cartellone del Teatro moscovita e il talento del suo corpo di ballo, mostrando come sempre anche il dietro le quinte delle esibizioni più attese.
Aggiunto di recente al repertorio del Bolshoi (cioè nel novembre del 2013) questo balletto, raramente presentato prima, vede ora la sua rinascita sul palco del teatro. Ricreato specificamente dal Bolshoi dal coreografo francese Pierre Lacotte, Marco Spada o La Figlia del Bandito è un balletto grandioso sia a livello tecnico che drammaturgico: coreografia complessa, cinque protagonisti, numerosi cambi di scena, la partecipazione di tutto il corpo di ballo e la presenza degli animali sul palco…

Con le sue scene di “pantomima”, i diabolici intrighi, i pretendenti respinti, le eroine rapite, gli amori incompresi, Marco Spada è un balletto gioioso, fresco e indimenticabile.

In breve il racconto

Il bandito Marco Spada saccheggia la regione proprio sotto il naso del Governatore e nasconde sapientemente la sua identità. Sua figlia Angela, completamente inconsapevole della doppia vita del padre e delle sue attività clandestine, è intanto preoccupata della sua difficile situazione sentimentale: innamorata del Principe Federici è infatti distrutta quando scopre che non potrà sposarlo perché lui è già impegnato con un’altra donna…

Pierre Lacotte: nasce nel 1932 e studia alla Scuola di Ballo dell’Opéra di Parigi, dove frequenta anche i corsi di Lubov Egorova (ballerina russa di San Pietroburgo che aveva lavorato con Marius Petipa) e quelli dell’italiana Carlotta Zimbelli. Nominato Primo ballerino dell’Opéra, Lacotte porta in scena tutto il repertorio accademico avendo a fianco Yvette Chauviré, Lycette Darsonval o Cristiane Vaussard. Nel 1955 fonda una sua compagnia, Les Ballets de la Tour Eiffel. Nel 1963 viene nominato direttore dei Ballets des J.M.F (Jeunesses Musicales de France). Rimane alla loro guida per sette anni nei quali propone vari balletti tra i quali Biforcations, Hamlet, Penthésilée, e La Voix, in collaborazione con Edith Piaf. Nel 1968, alle prese con la stesura di un testo dedicato al balletto romantico, scopre documenti inediti sulla Sylphide di Filippo Taglioni del 1832. Proprio a partire da questi documenti, Lacotte rimonta la coreografia di un balletto che sembrava essere oramai dimenticato e la riporta al successo nel 1972.

Marco Spada
Coreografia originale: Joseph MAZILIER
Nuova Coreografia, scene e costumi: Pierre LACOTTE
Musica: Daniel-Francois-Esprit AUBER

Cast
Marco Spada: David Hallberg

Annunci